PROGETTO EDUCATIVO

L’oratorio si doti di un progetto educativo, formulato in sintonia con quello diocesano, affinché l’oratorio:

1) esprima con grande evidenza la sua destinazione alla educazione di cristiani veri e di cittadini responsabili del bene comune

2) mantenga la sua caratteristica di luogo di aggregazione, finalizzato alla educazione umana e di cristiana della gioventù

3) progetti e segua in modo rigoroso la formazione di educatori, perché siano innanzitutto cristiani maturi e quindi anche persone capaci di    educare valorizzando le vocazioni e le ricchezze di ciascuno

FORMAZIONE DEGLI EDUCATORI

La prima cura di ogni comunità cristiana è quella di promuovere cristiani maturi, capaci di vera testimonianza in ogni ambiente di vita, ma anche di giovani e adulti svolgano il proprio servizio sia come catechisti e come educatori degli adolescenti e dei giovani, sia come animatori del gioco e responsabili dei gruppi di interesse nel servizio.

Sia suscitata, accolta e sostenuta con serio discernimento, la scelta di divenire educatori in oratorio e riconosciuta come autentico servizio alla parrocchia e alla realtà dei ragazzi, adolescenti e giovani, sollecitando queste persone, che esprimono buona volontà ad arricchire la loro esperienza di fede e di umanità… La parrocchia valorizzi le occasioni di formazione, di programmazione e verifica che sono offerte a livello zonale e diocesano.

Dal libro sinodale

“Sinodo della diocesi di Cremona”

1989-1996

STORIA DEL SANTO: SAN LUIGIO GONZAGA

san_luigi_gonzaga

Luigi Gonzaga nacque a Castiglione delle Stiviere il 9 marzo del 1568.Era figlio di Ferrante Gonzaga, marchese di Castiglione delle Stiviere, e di Marta Tana di Santona.
È venerato come santo della Chiesa cattolica.
Nel 1590-91 una serie di malattie infettive uccisero a Roma migliaia di persone.
Luigi Gonzaga, insieme a Camillo de Lellis ed alcuni confratelli, si impegno’ ad aiutare i contagiati.Malato da tempo, dovette dedicarsi solo ai casi non contagiosi, ma, trovato in strada un appestato, se lo caricò in spalla e lo porto’ in ospedale. Pochi giorni dopo morì, all’età di soli 23 anni.
È festeggiato il 21 Giugno.