È entrato nel vivo il pellegrinaggio a Roma degli oltre 120 ragazzi della nostra diocesi cui partecipano anche tre pandinesi. Nella mattinata di martedì i ragazzi, “accompagnati” da quattro santi (gli apostoli Pietro e Paolo, san Vincenzo Grossi ed il prossimo canonizzato, il beato Francesco Spinelli) hanno attraversato alcuni luoghi significativi per la fede cristiana nella città eterna. Il gruppo è approdato per pranzo presso la sede della Comunità di Sant’Egidio nel quartiere di Trastevere, al termine del quale prima la testimonianza di alcuni giovani della comunità e poi quella dell’ivoriano Yannick Som (giovane che rimasto orfano di entrambi i genitori è giunto fino a Cremona attraverso un “viaggio della speranza”) hanno molto toccato ed impressionato i ragazzi.

La tappa nella basilica di San Bartolomeo, sull'isola Tiberina

La tappa nella basilica di San Bartolomeo, sull’isola Tiberina

Chiara, don Andrea, Alessandro e Sara

Dopo il momento conclusivo del pellegrinaggio, celebrato in Santa Maria in Trastevere, i gruppi si sono mossi liberamente per la città. I pandinesi hanno visitato alcune delle bellezze artistiche più significative della Roma cinquecentesca (le chiese del Gesù e di Sant’Ignazio, San Luigi dei Francesci, etc.), i “palazzi” della politica ed alcuni luoghi simbolo della capitale (piazza di Spagna, Fontana di Trevi, la terrazza panoramica del Pincio, etc.).

In serata il rientro presso il Seraphicum, dove il gruppo è alloggiato, per poter riprendere le forze in vista dell’ultima tappa dell’esperienza. L’udienza generale e quindi l’incontro con papa Francesco è previsto infatti per mercoledì mattina. Al termine, il gruppo farà ritorno a casa, rientro che è previsto nella tarda serata. Ultime ore nella città eterna: continuate a seguirci!