A poco più di un mese dalla canonizzazione a Roma di don Francesco Spinelli, le Suore Adoratrici di Rivolta presentano “Scolpisci tutto te stesso”, canzone che accompagnerà questo evento di Grazia. Scritta da Federico Colombo e prodotta da Filadelfo Castro (che nel 2013 avevano giù firmato per le stesse Suore Adoratrici il brano Ti adoro mio Dio), ha per titolo proprio un intenso pensiero tratto dagli scritti di don Francesco.

Per quanti infatti hanno assorbito il linguaggio delle “Conversazioni Eucaristiche” (CE), testo fondamentale per comprendere la spiritualità di padre Spinelli, le parole di questa canzone appaiono molto familiari; l’input del testo musicale è nella CE n° 4

“Come Verbo parla al mio cuore, istruiscimi, e fammi amare l’umiltà da Voi amata e conservata sino a oggi in questo Sacramento. Come Figlio di Dio fatto uomo rendimi partecipe dell’adozione divina, così che, stando unito a Te attraverso l’ Umiltà e la Carità io sia con Te, un solo Figlio di Dio. Applica e scolpisci tutto Te stesso nel mio cuore, per renderlo simile al tuo nel tempo e nell’eternità.”

Il primo a lasciarsi coinvolgere da esse è proprio l’autore Federico Colombo, il quale scrive:

“Che dire? Mi sono lasciato “ispirare” dal Santo e dal suo Maestro… Se in “Ti adoro mio Dio ho pensato che potesse essere una suora qualsiasi a rivolgersi a Gesù Eucarestia, qui ho pensato da subito che fosse padre Spinelli a parlare con Dio. Grazie ancora per avermi permesso di condividere la vostra gioia, esprimendola con la musica, nel segno di padre Spinelli.”

E allora che dire… lasciamoci anche noi scolpire dentro. Buon ascolto!