Il logo di Parabole per la Vita

“Parabole” perché richiama le forme di narrazione con un insegnamento implicito, ma anche la figura geometrica tracciata toccando il fondo e poi risalendo. “Per la vita” perché vuole trattare dell’attuale situazione economica, sociale e comunicativa che stiamo vivendo da qualche mese a questa parte.

Sono questi i principi ispiratori di “Parabole per la Vita. Economia, Comunicazione e Società: un futuro in cui nessuno si salva da solo”, la nuova webinar series promossa e organizzata da giovani ricercatori, esperti di risorse umane, amministratori locali ed esponenti del mondo ecclesiale diocesano per riflettere e discutere degli effetti della diffusione del Covid-19 e per progettare un futuro che sta già iniziando.

La formula scelta per avviare il dibattito è quella dell’intervista di circa un’ora ad alcuni esperti del mondo dell’Economia, della Comunicazione e della Società Civile, che si sono distinti per la loro autorevolezza e per la capacità di comunicare in modo chiaro e diretto anche al pubblico più giovane in ciascuno di questi ambiti.

Il prof. Carlo Cottarelli

Tutte le interviste saranno visibili in diretta su questo sito e sul canale Youtube oratoriopandino a partire dal primo appuntamento di MERCOLEDÌ 29 APRILE alle ore 21.00 nel quale l’ospite sarà CARLO COTTARELLI, economista di fama mondiale, docente universitario e saggista, con il quale si dialogherà intorno a temi economici di stretta attualità. Si farà chiarezza sugli strumenti a disposizione dell’Unione Europea per il sostegno delle economie nazionali e sulle politiche nazionali già sperimentate o che potrebbero essere implementate per sostenere le imprese a rischio chiusura o i territori maggiormente esposti ai rischi di fragilità sociale.

Già da ora è possibile partecipare alla preparazione dell’evento attraverso i principali canali social (Facebook, Instagram, Twitter e Telegram) sempre cercando oratoriopandino ed anche inviare un’email con domande a diretta@oratoriopandino.it

Coloro che si collegheranno poi la sera stessa potranno porgere delle domande in diretta lasciando un messaggio alla casella vocale, oppure scrivendo un messaggio via Telegram o WhatsApp al numero dedicato 351 8055283.