“Parabole” perché richiama le forme di narrazione con un insegnamento implicito, ma anche la figura geometrica tracciata toccando il fondo e poi risalendo.

“Per la vita” perché vuole trattare dell’attuale situazione economica, sociale e comunicativa che stiamo vivendo da qualche mese a questa parte.